Naturopatia: il sentiero del Benessere Naturale
1 febbraio 2017
Cavolo che salute!
15 febbraio 2017

Cinque mosse per riattivare il tuo metabolismo!

Può capitare, soprattutto in alcuni periodi dell’anno, che il metabolismo rallenti, ovvero che tutti quei processi e quelle reazioni biochimiche che il corpo mette in atto ogni giorno per bruciare o produrre energia subiscano un calo.

Ci si accorge di un rallentamento del metabolismo quando si tende ad ingrassare, si fatica a perdere peso, ci si sente più stanchi, si è più freddolosi, l’intestino diventa pigro, la pelle e i capelli divengono più secchi. Se questo avviene il naturopata inizia ad indagare approfonditamente sui motivi e le cause di questo rallentamento, da ricercarsi molto spesso in stili di vita sedentari, abitudini alimentari sbagliate, alterata funzionalità tiroidea, utilizzo prolungato di certe categorie di farmaci e molto altro. In alcune età o periodi della vita è fisiologico che il metabolismo subisca un mutamento come nella menopausa o nei momenti di cambiamento ormonale. Anche lo stress può causare un rallentamento metabolico.

Se vedi che il tuo metabolismo sta rallentando, ecco cinque semplici passi per riattivarlo:

1) FAI ATTIVITÀ’ FISICA

Lo sport è molto importante per riattivare il metabolismo perché assicura il mantenimento e la crescita dei tessuti ritenuti responsabili del metabolismo basale. Fare un’attività fisica regolare 2 o 3 volte alla settimana è importantissimo! Spesso si pensa erroneamente che più l’attività fisica è intensa a livello cardiovascolare e più si bruciano i grassi. In realtà è stato ampiamente dimostrato che non per tutti è così. Si può optare per lunghe passeggiate a passo veloce in natura, esercizi di Yoga o cyclette ad esempio.

2) SCEGLI I CIBI GIUSTI

Introduci nella tua alimentazione quotidiana cibi integrali, sostituendoli a quelli raffinati ed aumenta il consumo di frutta ma soprattutto di verdura. Variala ogni giorno, introducendo sia verdura cruda che cotta. Aumenta l’introito di proteine meglio se di derivazione vegetale come i legumi, senza cedere ad un abuso di proteine animali come quelle della carne che possono aumentare l’acidificazione tissutale. Evita i dolci che contengono zuccheri raffinati, condisci a crudo il tuo cibo con olio di oliva ed non utilizzare in modo eccessivo il sale.

 3) MANGIA LENTAMENTE

La nostra prima digestione avviene nella bocca. Per questo è importante masticare piano ed assaporare bene il sapore di ogni cibo ingerito per evitare di ingoiare aria e pezzi di cibi troppo grandi che richiedono un super lavoro digestivo al corpo. Oltre ad ingrassare, se non si mastica bene si rischia di sentirsi più gonfi e soprattutto di non assimilare correttamente i micronutrienti contenuti nel pasto.

4) MANGIA SPESSO

Mangiare ai tre pasti principali della giornata e ai due spuntini di metà mattina e metà pomeriggio solleciterà il tuo metabolismo e ti consentirà di gestire il senso di fame. Prova asgranocchiare verdure, bere estratti o mangiare frutta a merenda.

5) EVITA I DIGIUNI

Spesso si pensa che se si smette di mangiare è più facile perdere peso. In realtà però non funziona cosi! Anzi, un’alimentazione scorretta e confusa è una delle cause del rallentamento metabolico. Ad esempio, abitudini errate, come saltare la colazione la mattina, incidono negativamente sull’ attivazione metabolica. Lo stesso vale per il digiuno fai da te. Il corpo infatti, quando non ha sufficiente cibo, risponde al segnale abbassando i consumi e quindi rallentando il metabolismo. Cerca quindi di mangiare bene e di nutrirti in modo corretto, evitando digiuni!

E se vuoi davvero riattivare il tuo metabolismo, contattami per ricevere una consulenza personalizzata e per riportare il tuo corpo al tuo peso ideale!

 

 

Francesca Panfili
Francesca Panfili
Sono naturopata e insegnante di yoga. Sono specializzata in Iridologia, Alimentazione Naturale, Floriterapia australiana e Micoterapia ovvero l’utilizzo dei funghi medicinali a scopo terapeutico. Ti aiuto a costruire il tuo benessere ogni giorno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.