parallax background

ALLERGIA STAGIONALE: ovvero la mia storia con la naturopatia

Muffin vegan senza zucchero ai frutti di bosco e cacao
10 maggio 2017
Aiuto non dimagrisco! La colpa non è delle calorie!
24 maggio 2017

Fin dai tempi delle scuole medie ho iniziato a soffrire di rinite allergica ad ogni arrivo della primavera. Un vero incubo! Ho preso per anni antistamici, per un periodo ho assunto anche dei cortisonici. Ho provato davvero di tutto: omeopatia, agopuntura, piante varie ma niente! Il mio problema legato alla rinite allergica sembrava irrisolvibile. Una parte di me si era rassegnata a convivere con starnuti continui, occhi lacrimanti e asma. Benchè la primavera fosse la mia stagione preferita, non riuscivo nemmeno ad annusare i fiori o a godermi il rigenerarsi della natura che per me significava una nevicata di pollini nemici pronti a riattivare tutti i miei processi allergici.

E COSI È ANDATA FINO A QUANDO NON HO INCONTRATO LA NATUROPATIA ED HO FINALMENTE INIZIATO A TRATTARE QUESTO DISTURBO IN MODO INTEGRATO. ERA INUTILE PRENDERE ETTOLITRI DI PIANTE COME IL RIBES NIGRUM (UN CORTISONICO NATURALE) SE NON RISOLVEVO A PRIORI LA CAUSA PRIMA CHE DAVA ORIGINE ALLA RINITE ALLERGICA.

Dato che si tratta di una problematica molto comune che riscontro in tanti miei clienti che seguo con la naturopatia, ho deciso di scrivere questo articolo per tranquillizzare chi ritiene inguaribili le problematiche allergiche, partendo dalla comprensione delle loro cause.

Cosa succede quando si ha una reazione allergica?

L’allergia è legata ad uno squilibrio del nostro sistema immunitario  che riconosce alcune sostanze, quali pollini, polvere, muffe, erbe e altro, come antigeni. Si tratta di sostanze che in realtà non dovrebbero rappresentare una minaccia ma ciò accade quando si  altera il funzionamento del sistema immunitario, in particolare l’equilibrio della bilancia immunitaria Th1- Th2.  Per rendere più semplice questo concetto, ogni volta che il nostro corpo viene sottoposto ad un allergene che percepisce come nemico, risponde con la produzione di  istamina. A livello fisico, la produzione di istamina genera differenti reazioni tra cui rush cutanei, produzione di muco, forti raffreddori, lacrimazione ed altri sintomi.

SI TRATTA DI UNA IPER REAZIONE IMMUNITARIA  CHE IL CORPO PONE IN ESSERE PER DIFENDERSI DA UN AGENTE IN REALTÀ INNOCUO.

Perché  il corpo reagisce così? Andiamo alle cause…

Come sempre le cause di una sintomatologia di questo tipo sono molteplici. Elenco di seguito le principali:

  1.  ALIMENTAZIONE SCORRETTA: nutrirsi correttamente ha un impatto positivo anche sul nostro sistema immunitario. Per questa ragione è importante limitare e moderare alimenti che creano una reazione immunitaria come il latte e i latticini, lo zucchero bianco, il glutine e tutti quegli alimenti allergizzanti che creano una liberazione di istamina.  Tra questi vi sono: crostacei, fragole, cioccolato, formaggi fermentati, frutta secca, insaccati, molluschi e pomodori.  Molti di questi alimenti, soprattutto i  formaggi, generano inoltre un’ipersecrezione di muco a livello intestinale che determina un aggravamento della sintomatologia allergica, oltre che una produzione aggiuntiva di tossine che il corpo fatica ad eliminare.

  2. SCARSA CAPACITA’ EMUNTORIALE: i nostri organi deputati allo smaltimento di tossine e scorie, definiti come organi emuntori,  tra cui intestino e fegato, quando sono più affaticati tendono ad accumulare sostanze di scarto. Questo genera una congestione emuntoriale tipica del soggetto allergico.

  3. DISEQUILIBRI DELLA FLORA BATTERICA INTESTINALE: una delle cause principali delle riniti allergiche è da ricercare nell’intestino in cui risiede la maggior parte del nostro sistema immunitario. Anche se spesso questo importante organo viene trascurato in campo medico, situazioni di disequilibrio immunitario, fisico e psichico sono correlate ad un’alterata eubiosi intestinale definita appunto disbiosi. Nel nostro intestino vivono infatti migliaia di batteri che, se in equilibrio tra loro, contribuiscono a mantenere la nostra salute psico-fisica. Se il loro equilibrio viene alterato da  condizioni di stress cronico, alimentazione non corretta, stili di vita non sani, antibiotici, utilizzo ricorrente di farmaci , pesticidi, inquinamento ed altro, ecco che si genera uno stato di infiammazione e disbiosi permanente che altera il nostro sistema immunitario. Quest’ultimo quindi avrà reazioni anomale ogni volta che viene a contatto  con agenti che percepisce come patogeni. Di fatto si tratta di una vera e propria reazione di tipo autoimmune: il nostro corpo inizia a reagire contro se stesso.

  4. STRESS: stress e tensioni prolungate indeboliscono il nostro sistema nervoso ed immunitario e producono uno stato di infiammazione permanente e di deficit a livello immunitario.

  5. COMPONENTE EMOTIVA: una delle componenti da valutare nella rinite allergiche è anche il carico emozionale della persona e il modo in cui tende a somatizzare gli eventi che vive. Spesso chi soffre di rinite allergica sviluppa questa problematica in seguito a traumi legati all’abbandono o a situazioni che urtano la sua sensibilità. Altre volte il fenomeno allergico si sviluppa per una certa intolleranza a situazioni quotidiane che si vivono (ambiente scolastico percepito come ostile, problemi con gli insegnanti nel caso dei bambini e dei ragazzi, difficoltà familiari, un lavoro che non si sopporta ad esempio). In altri casi ancora, le riniti allergiche rappresentano delle situazioni di autosabotaggio emotivo in persone che faticano ad affermare se stesse ed hanno una scarsa considerazione della loro personalità. Attraverso delle consulenze mirate  e specifici rimedi vibrazionali questi aspetti possono essere riequilibrati e riarmonizzati.

IN TUTTI QUESTI CASI LA NATUROPATIA OFFRE UN VALIDO SOSTEGNO ED AIUTO.  DEPURANDO  PROFONDAMENTE IL CORPO E LA MENTE  ED ADOTTANDO UN’ALIMENTAZIONE CORRETTA, E’ POSSIBILE  RISOLVERE LE CAUSE CHE HANNO PORTATO A SVILUPPARE UNA SINTOMATOLOGIA ALLERGICA.

E’ cosi che ho risolto le mie fortissime allergie. Ci è voluto del tempo, come è giusto che sia! L’organismo ha i suoi tempi di reazione che dobbiamo accettare e non forzare. Del resto impieghiamo anni a reprimere sintomi con antistaminici che hanno numerosi effetti collaterali! Non possiamo pensare che in un istante tutto si risolva ma possiamo lavorare su noi stessi e sul nostro corpo per riportarci in una condizione duratura di armonia e benessere!

Francesca Panfili
Francesca Panfili
Sono naturopata e insegnante di yoga. Sono specializzata in Iridologia, Alimentazione Naturale, Floriterapia australiana e Micoterapia ovvero l’utilizzo dei funghi medicinali a scopo terapeutico. Ti aiuto a costruire il tuo benessere ogni giorno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.