fiori australiani gratitudine
Praticare la gratitudine con l’aiuto dei fiori australiani
3 aprile 2018
Dieci consigli pratici per iniziare a mangiare sano e naturale
2 maggio 2018

Perché è importante mangiare bene

Scrivo questo post perchè quando mi rapporto con le persone sull’argomento cibo e alimentazione, faccio spesso i conti con le loro facce o con le loro esclamazioni che spesso sono sempre le stesse: “Quanti sacrifici! Io non riesco a rinunciare a certi alimenti! Levami pure i miei cibi preferiti e dopo davvero poi non so dove sfogarmi….già la vita è abbastanza amara  per non mangiare quello che mi piace”… E potrei andare avanti con altre frasi di questo tipo che penso che molti di voi hanno già sentito o si sono trovati a pronunciare.

Anche io prima la pensavo cosi! Il concetto di rinuncia e quello di sacrificio erano davvero una piccola costante nella mia alimentazione. Ma poi qualcosa è cambiato. Da alcuni anni ho iniziato ad ascoltarmi e ad ascoltare il mio corpo rispetto al cibo e devo dire che con il tempo le cose sono cambiate positivamente!

Prima ero portata a considerare il cibo solo come qualcosa che faceva ingrassare o dimagrire. Dopo che ho intrapreso i miei studi di naturopatia tutto questo è cambiato!

OGGI CERCO SEMPRE DI CONSIDERARE IL CIBO COME UN NUTRIMENTO PER LE MIE CELLULE, PER IL MIO CORPO E LA MIA ANIMA. QUESTO NON SIGNIFICA CHE NON SGARRO MAI O CHE CI RIESCO SEMPRE, MA SIGNIFICA CHE CERCO DI APPROCCIARMI ALL’ ALIMENTAZIONE SECONDO UNA LOGICA DI NUTRIMENTO CHE NON PREVEDE I CONCETTI DI RINUNCIA, SACRIFICIO O DIETA.

Mangiare deve essere una gioia e questa gioia deriva dal fatto che si è diventanti consapevoli di quanto possiamo farci del bene mangiando in modo sano, come la naturopatia ci insegna, senza logicamente essere eccessivamente rigidi con noi stessi o divenire degli integralisti dell’alimentazione.

MANGIARE È UN ISTINTO NECESSARIO PER LA NOSTRA SOPRAVVIVENZA MA MANGIARE BENE È UN ISTINTO NECESSARIO PER AMARCI E PER DARE LA POSSIBILITÀ AL CORPO, ALLA MENTE E ALL’ANIMA DI ESPRIMERSI E DI RIPORTARSI IN ARMONIA.

Siamo bombardati da pubblicità e modelli di benessere che ci propongono corpi statuari. Spesso la pubblicità ingannevole ci dà l’illusione che basti una polverina o qualche capsula per dimagrire e tornare in forma, non importa se poi si mangia carne a colazione, pranzo o cena o se si conduce una vita stressante o si è tristi!

GLI STIMOLI CHE IL BUON CIBO PUÒ DARE ALLE NOSTRE CELLULE, AI NOSTRI ORGANI, ALLA NOSTRA MENTE IN TERMINI DI INFLUENZA SUL NOSTRO UMORE, DI CONCENTRAZIONE E DI INTERAZIONE CON IL SISTEMA NERVOSO, SONO DAVVERO MOLTEPLICI. COSI’ COME E’ FONDAMENTALE L’APPORTO CHE UN’ALIMENTAZIONE SANA E NATURALE PUO’ DARE ALLA NOSTRA ANIMA IN TERMINI DI ENERGIA VITALE E VIBRAZIONE, COME OGGI ANCHE LA FISICA QUANTISTICA CI DIMOSTRA.

Il corpo impiega anni a sviluppare una patologia. Anni di eccessi alimentari e di cibi spazzatura che lo inquinano e creano, a lungo andare, stati di infiammazione cronica che oggi anche la scienza riconosce essere alla base delle maggior parte delle malattie contemporanee come l’obesità, il parkinson, il cancro, il diabete, le malattie autoimmuni e neurodegenerative, quelle cardiache e dermatologiche.

LA MAGGIOR PARTE DELLE PERSONE VIVE IGNORANDO I SEGNALI CHE IL CORPO CI MANDA OGNI GIORNO. SEGNALI CHE SONO LEGATI AGLI STATI DI INFIAMMAZIONE E CHE CONSIDERIAMO DEL TUTTO NORMALI.

Tra questi vi sono: stanchezza cronica, mal di testa ricorrente, pressione alta, difficoltà digestiva, gonfiore intestinale, ciclo doloroso, allergie stagionali, sindrome premestruale, disbiosi intestinale che alterna stipsi a diarrea, emorroidi, pesantezza delle gambe, caduta dei capelli, sfaldamento delle unghie, cistiti frequenti, candida, insonnia, sinusite e molti altri. Si tratta di problematiche molto comuni e considerate “normali” ma che in realtà sono l’anticamera di uno stato di infiammazione e intossinazione che il corpo manifesta e che può essere risolto in maniera naturale, apportando le giuste modifiche all’alimentazione e utilizzando rimedi naturali non invasivi.

Ma fermiamoci un attimo e chiediamoci se davvero ne vale la pena di continuare ad intasarci e ad eccedere nel cibo o rapportarci ad esso solo in termini di chili di troppo, grassi o soddisfazione momentanea.

PROVIAMO AD ASCOLTARE IL NOSTRO CORPO E A COMPRENDERE CHE NUTRIRCI CORRETTAMENTE È UN ATTO DI AMORE VERSO NOI STESSI ED È ANCHE IL PRIMO MODO DI FARE PREVENZIONE.

 Questo non significa concedersi ogni tanto qualche schifezza, ma significa rivedere la nostra alimentazione quotidiana con una consapevolezza differente. Una consapevolezza nuova legata all’amare noi stessi, al comprendere l’importanza di ciò di cui ci nutriamo (pensieri compresi!) e all’iniziare ad approcciarci al cibo non come ad una rinuncia o ad un sacrificio ma come ad un atto di amore verso il corpo, la mente e l’anima.

INSOMMA NUTRIRE IL CORPO PER RITROVARE IL NOSTRO EQUILIBRIO PERDUTO E NUTRIRE COSI’ ANCHE LA NOSTRA PARTE PIU’ PROFONDA.

Immaginiamo di avere un neonato di cui accudirci. Il nostro primo istinto d’amore è desiderare per lui il meglio, nutrendolo nel modo migliore, donandogli la culla più confortevole, rispondendo ai suoi bisogni in modo amorevole e cercando di offrirgli tutte le possibilità meravigliose che la vita presenta. Ecco, questo stesso amore, iniziamo a trasporlo verso noi stessi! Iniziamo a considerare noi stessi come dei neonati a cui voler bene. Iniziamo a nutrirci bene, ad avere uno stile di vita sano e a rispondere ai segnali che il corpo e l’anima ci  comunicano quotidianamente. La salute e il nostro equilibrio sono infatti beni preziosi da custodire e nutrire quotidianamente!

NON GUARDIAMO AL CIBO COME AL NOSTRO SFOGATOIO EMOZIONALE O COME UNA RINUNCIA  CHE CI SERVE A PERDERE I CHILI DI TROPPO IN VISTA DELLA PROVA COSTUME!

Prima di mangiare qualsiasi alimento, facciamo 3 bei respiri e chiediamoci: perché ne ho voglia? Perché ne sento il bisogno? Cosa mi comunica questo cibo? Beviamoci un bicchiere di acqua mentre ci facciamo queste domande, sorseggiamolo lentamente e solo dopo aver fatto questo decidiamo se nutrirci di un cibo sano e naturale oppure se scegliere un  po di legna da mettere sul fuoco dell’infiammazione silenziosa che stiamo coltivando con cura da anni.

Acquisendo questa consapevolezza, la nostra vita e la nostra salute potrebbero davvero cambiare in meglio! Il nostro pensiero e lo stress riguardo al cibo si modificheranno e nella nostra quotidianità potremmo iniziare ad acquisire buone abitudini positive e ad avere molta più energia da indirizzare alle cose belle dalla vita. Insomma, diamoci questa possibilità di stare bene!

E voi come la vedete? Per voi quanto è importante nutrirvi bene? Raccontatemelo qui o  venite a trovarmi su instagram. E se avete bisogno di rivedere il vostro rapporto con il cibo e di ritrovare l’equilibrio scrivetemi o chiamatemi  e sarò felice di dirvi cosa posso fare per voi!

Francesca Panfili
Francesca Panfili
Sono naturopata e insegnante di yoga. Sono specializzata in Iridologia, Alimentazione Naturale, Floriterapia australiana e Micoterapia ovvero l’utilizzo dei funghi medicinali a scopo terapeutico. Ti aiuto a costruire il tuo benessere ogni giorno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.