Torta di mele senza glutine e zucchero
19 Maggio 2020

Perché dovresti smettere di bere il latte animale?

Si fa un gran parlare di latte animale e delle sue proprietà. Ma per la nostra salute il latte animale fa davvero bene? Parliamone!

Ti elenco di seguito quello che è il mio punto di vista a riguardo e direi che non è solo il mio ma quello di numerose ricerche internazionali e di noti oncologi come la Dott.ssa Maria Rosa Di Fazio.

Ovviamente, se bevi latte animale una volta ogni tanto non succede nulla ma se dai tutti i giorni lo stesso stimolo al tuo corpo, le cose si mettono male, soprattutto se l’alimento di cui si parla qui ha delle caratteristiche che non lo rendono assai sano.

Ecco alcune ragioni per cui ti sconsiglio di bere latte animale:

1.Noi uomini siamo gli unici mammiferi al mondo che bevono latte di mammiferi di altre specie e che continuano a farlo anche dopo lo svezzamento

2.La maggior parte del latte animale che arriva nelle nostre tavole o che trovi nel cappuccio del bar non proviene da animali felici che vivono liberi al pascolo mangiando erba, come avveniva ai tempi dei nostri nonni. Il loro latte, un tempo, era ricco di omega 3. Oggi, invece, la maggior parte del latte che si beve viene da animali trattati con ormoni per produrre sempre più latte, come impone il mercato, e con antibiotici per evitare che si ammalino. Al posto dell’erba questi poveri animali vengono nutriti con granaglie che rendono il latte che producono ricco di omega 6 pro-infiammatori

3.Nel latte animale che bevi a colazione trovi tutte queste tossine concentrate insieme (ormoni, antibiotici, pesticidi, xenoestrogeni, interferenti endocrini). Se proprio vuoi bere latte usa quindi quello biologico ma non illuderti che ti faccia bene per i motivi che puoi continuare a leggere qui sotto

4.Il vero problema legato al latte è rappresentato dalla proteina del latte, la CASEINA, sostanza che atrofizza i villi intestinali contribuendo quindi ad un mal assorbimento dei nutrienti che introduciamo ogni giorno. La caseina genera infiammazione nel corpo e agisce sui recettori oppioidi del cervello. Vi è inoltre una correlazione tra caseina e cancro soprattutto se si tratta di tumori ormono-dipendenti (per intenderci quelli che colpiscono prostata, utero, seno, ovaie, tiroide) come dimostrano numerose ricerche sul tema.

5.La maggior parte di noi dopo i 3 anni non ha più enzimi digestivi per digerire latte.

6.Il latte animale è ricco di lattosio, zucchero a cui molti sono intolleranti. Se te lo bevi senza lattosio, sappi che stai assumendo un alimento super lavorato e di sicuro non come madre natura ce l’ha fornito.

7.Il latte contiene numerosi fattori di crescita, tra cui l’IGF-1 ovvero insulin growth factor, presente nel latte perché responsabile della crescita cellulare. Il latte infatti serve agli animali per crescere in modo veloce in poco tempo. L’IGF-1 è un fattore di crescita che lavora indistintamente anche sulle cellule di un organismo adulto, indipendentemente se esse sono sane o se sono cellule tumorali. In questo ultimo caso agisce aumentando la crescita di cellule cancerogene quindi.

8.In ultimo ma non per importanza, ricordati che il latte è un alimento altamente acidificante per il nostro tessuto connettivo. Oggi sappiamo avere un organismo alcalinizzato ci assicura salute duratura. Al contrario, uno stato di acidificazione costante è correlato ad infiammazione cronica di basso grado che la scienza definisce come una delle basi di partenza di tutte le patologie, dalle allergie, alle malattie autoimmuni fino a quelle tumorali.

A questo punto, sperando di averti dato un’altra prospettiva sul latte animale, scommetto che la domanda che ti sorge spontanea è: e allora il calcio da dove lo prendo?

Questa è un’altra storia di cui ti parlerò nei prossimi post!

Francesca Panfili
Francesca Panfili
Sono naturopata e insegnante di yoga. Sono specializzata in Iridologia, Alimentazione Naturale, Floriterapia australiana e Micoterapia ovvero l’utilizzo dei funghi medicinali a scopo terapeutico. Ti aiuto a costruire il tuo benessere ogni giorno!

1 Comment

  1. Anna Turchi ha detto:

    Sono completamente d’accordo su tutto quello che scrivi.
    Bisogna continuare a dare questa informazione e formazione alle persone.
    Le “non sane” abitudini alimentari sono la principale causa dei nostri problemi fisici, che possono sorgere senza pensare che possono derivare proprio da un alimento che tutti ritengono “sano”.
    Come Naturopata, anche io consiglio a tutti i miei clienti, di fare uso di latte vegetale (miglio, riso, avena, quinoa).
    Grazie, un saluto cordiale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.